smartphone e sicurezza

Smartphone e sicurezza

Posted on

by — Posted in News GDPR Umbria

“Smartphone e privacy”: praticamente un ossimoro!

Parlare di privacy riferendosi al nostro smartphone è davvero un azzardo. Proviamo a capire perchè…

Innanzitutto l’uso promiscuo che molti di noi fanno del proprio telefono mobile: privato e aziendale/professionale. Il più delle volte infatti, con l’unico telefono lavoriamo e parliamo con mamma, inviamo preventivi e chiamiamo casa per dire che tardiamo…

E’ senz’altro un grave errore: fuori dall’ambiente di lavoro il nostro smartphone potrebbe essere molto più esposto a rischi di accessi incontrollati (pensiamo ad una serata in compagnia, magari in discoteca, circondati da persone appena conosciute..)

Poi c’è il rischio intrinseco legato alla “mobilità” del telefono, che lo espone a smarrimenti, perdite e furti.

Cerchiamo allora di prevedere almeno un minimo di tutele: attiviamo il codice di accesso e la criptografia dei dati (in Apple questo avviene automaticamente). Ripetiamo l’operazione anche su eventuali schede SD esterne (dove conserviamo dati forse non aziendali, ma di sicuro non meno importanti e “delicati”, come ad esempio le foto dei nostri familiari ).

Installiamo un antivirus, pratica poco seguita anche sui nostri computer e praticamente quasi del tutto ignorata sui telefoni.

In ultimo, per meglio orientarci nel futuro e soprattutto se trattiamo dati di particolare criticità, ricordiamoci che i dispositivi mobili in generale (non solo gli smartphone, anche i pc portatili e i tablet) sono, per quanto concerne la sicurezza dei dati, delle vere e proprie “mine vaganti”. Ecco perchè, per i futuri acquisti, dovremmo considerare irrinunciabili i software di criptaggio dati e i sistemi di accesso ad elevata protezione (es. riconoscimento attraverso le impronte digitali).

Vuoi saperne di più? Chiama il nostro partner tecnico PC Work Spoleto. Visita la pagina contatti.